Viale Aldo Ferrari, 37  -  19122  -  La Spezia  -  Telefono: + 39 0187 743000 - Fax: + 39 0187 743208 - CONTATTI E DATI FISCALI

INFORMAZIONI

3 Febbraio 2020

Intervista rilasciata dal Dirigente del Liceo Mazzini a “La Nazione”

Pubblichiamo il testo originale dell’intervista rilasciata dal Dirigente del Liceo Mazzini a “La Nazione” il 22 gennaio

 

C’è un filo conduttore nell’offerta formativa del nostro Liceo, l’attenzione alla contemporaneità. Vale per il liceo linguistico, che con l’insegnamento di almeno tre lingue straniere coltiva una naturale vocazione europea e internazionale, tipica del nostro tempo; altrettanto vale per il Liceo delle Scienze Umane, discipline il cui rigoglioso sviluppo del secolo scorso si rinnova oggi nel dialogo con le neuroscienze; e vale infine per il Liceo Economico-Sociale, che nel difficile equilibrio fra istanze individuali e sociali, da un lato, logiche di mercato e principi normativi, dall’altro, riconosce il nodo cruciale delle società in cui operiamo.

Contemporaneità, nel nostro caso, significa consapevolezza di sé come parte di un contesto, di cui individuare opportunità e rischi, per trasformare questi ultimi, a loro volta, in occasioni di crescita: così abbiamo operato avviando nel liceo linguistico, a seguito dell’accordo fra Italia e Francia, il triennio EsaBac, e più di recente, guardando al quadro internazionale, la quarta lingua cinese, o quando infine, pensando alla realtà della scuola spezzina, abbiamo dato la possibilità di proseguire nel I biennio del liceo linguistico l’apprendimento della lingua spagnola e di scegliere la seconda lingua straniera, nel Liceo Economico-Sociale, tra francese, spagnolo e tedesco. Senza mai trascurare, nel contempo, di analizzare noi stessi, i nostri punti di forza e di debolezza, come vengono definiti nel Rapporto di Autovalutazione che ogni scuola è tenuta a redigere: alla luce di tale analisi, abbiamo progettato prima e realizzato a partire dall’anno scolastico in corso una riorganizzazione dell’orario che consente nel primo biennio di rafforzare o potenziare le competenze trasversali, a sostegno del successo formativo di ciascuno e di una inclusione in grado di capitalizzare le esperienze di continuità e collaborazione con diverse scuole del primo ciclo del nostro territorio.

La maggiore flessibilità oraria ci permette altresì di valorizzare, nel triennio, le specificità di ogni indirizzo, e di fornire utili strumenti di orientamento, favorendo il confronto con mondo del lavoro e dell’Università, sempre più stabilmente coinvolti nella nostra proposta formativa che a ciascun indirizzo dedica, in avvio di anno scolastico, una Settimana tematica realizzata con il contributo appunto di professionisti, studiosi e ricercatori di diversa estrazione.

Non è un caso, quindi, l’incremento di immatricolazioni fra i nostri neo-diplomati, che per più del 70% intraprendono percorsi universitari, in Italia o all’estero, anche optando per facoltà universitarie nazionali che adottano l’insegnamento in lingua straniera: dimostrazione lampante che lo sviluppo delle competenze linguistiche, oggetto della nostra particolare attenzione, procede di pari passo con l’effettiva apertura alla dimensione europea e internazionale, e che le esperienze di mobilità, promosse dal programma Erasmus +, dai gemellaggi europei, dalle attività di scambio come dall’organizzazione dei soggiorni studio o dei Percorsi per le Competenze trasversali e l’Orientamento all’estero, sedimentano un abito mentale che fa dei nostri studenti autentici cittadini del terzo millennio.

Intervista rilasciata dal Dirigente del Liceo Mazzini a “La Nazione”
torna all'inizio del contenuto