Viale Aldo Ferrari, 37  -  19122  -  La Spezia  -  Telefono: + 39 0187 743000 - Fax: + 39 0187 743208 - CONTATTI E DATI FISCALI

AVVISO

28 Febbraio 2020

COMUNICATO ALISA

  • Prot. Alisa n. 5033 del 28 febbraio 2020
  • SI PREGA DI TRASMETTERE LA PRESENTE A TUTTE LE SCUOLE CON CORTESE SOLLECITUDINE

 

  • In riferimento al DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 25 febbraio 2020, nello specifico all’art.1 punto c “la riammissione nelle scuole di ogni ordine e grado per assenze dovute a malattia di durata superiore a cinque giorni avviene, fino alla data del 15 marzo 2020,dietro presentazione di certificato medico, anche in deroga alle disposizioni vigenti”, si precisa quanto segue.

 

  • L’assenza per malattia va considerata limitatamente ai giorni di frequenza scolastica ovvero da lunedì a venerdì, escludendo dal conteggio sabato e festivi, se nella stessa settimana.

 

  • Il certificato medico NON è necessario se l’assenza è riferibile al solo periodo di chiusura della scuola prevista da ordinanza, anche per periodi superiori a 5 giorni.

 

  • NEL CASO IN CUI, PRECEDENTEMENTE ALLA CHIUSURA DELLA SCUOLA PER ORDINANZA, L’ALUNNO FOSSE GIÀ STATO ASSENTE, IL CERTIFICATO MEDICO E’ OBBLIGATORIO SOLO SE LA FAMIGLIA NON AVEVA GIA’ COMUNICATO ASSENZA PER MOTIVI DIFFERENTI DA MALATTIA (es. settimana bianca, vaccinazione, motivi famigliari, visite programmate ecc.).

 

  • Per le assenze per le quali NON è previsto il certificato medico,le famiglie sono tenute a produrre in forma scritta un’autocertificazione che riporti di “Non aver soggiornato in zone endemiche e non aver avuto contatti con casi sospetti o confermati”.

 

  • Per ogni dubbio possono contattare il pediatra o il medico di famiglia, il Numero Unico Emergenza 112.Il pediatra o il medico di famiglia, in caso di necessità del certificato medico per la riammissione a scuola può valutare tramite triage telefonico del paziente come previsto per l’112, se si rende necessaria o meno la visita in studio o domiciliare ed eventualmente trasmettere in via telematica il certificato alla famiglia.

 

Cordiali saluti, Il Commissario straordinario di AlisaG. Walter Locatelli

 

Prot. Alisa n. 5143 del 02 Marzo 2020

SI PREGA DI darne la più ampia diffusione CON CORTESE SOLLECITUDINE per quanto di competenza

 

Su indicazione del Presidente Giovanni Toti e della Vicepresidente Assessore alla Sanità Sonia Viale, nelle prossime ore le opportune determinazioni.

DPCM DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 1 marzo 2020

 

  1. art. 4 comma c) “la riammissione nei servizi educativi per l’infanzia di cui all’articolo 2 del decreto legislativo 13 aprile 2017 n. 65 e nelle scuole di ogni ordine e grado per assenze dovute a malattia infettiva soggetta a notifica obbligatoria ai sensi del decreto ministeriale 15 novembre 1990 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 8 gennaio 1991 n. 6 di durata superiore a 5 giorni avviene, fino alla data del 15 marzo 2020, dietro presentazione di certificato medico, anche in deroga delle disposizioni vigenti”.

 

Ad integrazione e parziale rettifica della “Circolare esplicativa per certificato medico malattia di riammissione a scuola” trasmessa in data 28 febbraio u.s., si precisa quanto segue.

Si ricorda che il certificato medico NON è necessario se l’assenza è riferibile esclusivamente al periodo di chiusura della scuola prevista da ordinanza, anche per periodi superiori a 5 giorni e NON è intervenuta una malattia infettiva soggetta a notifica obbligatoria.

Per le assenze per le quali NON è previsto il certificato medico, le famiglie sono tenute a produrre in forma scritta un’autocertificazione che riporti di:

 

“Non aver contratto una malattia infettiva soggetta a notifica obbligatoria, non aver soggiornato in zone endemiche e non aver avuto contatti con casi sospetti o confermati”.

 

Per ogni dubbio è possibile rivolgersi al pediatra, al medico di famiglia o contattare Numero Unico Emergenza 112.

 

 

  1. Art. 3 comma b) nei servizi educativi per l’infanzia  di  cui  al  decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65, nelle  scuole  di  ogni  ordine  e grado, nelle  università,  negli  uffici  delle  restanti  pubbliche amministrazioni, sono esposte presso gli ambienti aperti al pubblico, ovvero di maggiore affollamento e  transito,  le  informazioni  sulle misure di prevenzione rese note dal Ministero  della  salute  di  cui all’allegato 4

 

Si indicano di seguito le caratteristiche dei prodotti da utilizzare:

1)      Soluzioni idroalcoliche per il lavaggio mani (rif. allegato 4 punto a)devono essere un presidio medico chirurgico contenenti la quantità minima di alcol del 60% (gel in commercio nella grande distribuzione di solito non indicano quantità di alcol; quantità inferiori non hanno potere germicida)

 

 

2)      Prodotti disinfettanti a base di cloro o alcol per le superfici (rif. allegato 4 punto f):

  1. A base di ipoclorito di sodio  alla percentuale dello 0,1% (corrispondente 1000 ppm). Devono essere presidi medico chirurgici.
  2. Non usare la candeggina domestica né l’alcol denaturato al 95% perché non sono presidi medici chirurgici.

Si raccomanda di leggere attentamente le etichette per un uso corretto dei prodotti, in particolare per il tempo di contatto con le superfici.

 

Cordiali saluti

Walter Locatelli

COMMISSARIO STRAORDINARIO ALISA

 

 

 

[Messaggio troncato]  Visualizza intero messaggio

Modello_autodichiarazione

COMUNICATO ALISA

Ultimi articoli

ALUNNI 21 Marzo 2020

Iniziativa del Consiglio Nazionale Ordine Psicologi

Un’interessante iniziativa del Consiglio Nazionale Ordine Psicologi in occasione dell’emergenza da COVID-19 https://www.

AVVISO 17 Marzo 2020

Soldarietà Digitale

Imprese e associazioni hanno messo e metteranno a disposizione servizi gratuiti.

COMUNICAZIONE D.S. 17 Marzo 2020

Al tempo della didattica a distanza – una riflessione

«Ita fac, mi Lucili: vindica te tibi […]» Se nella lingua originale suona poco familiare, proviamo con la s

AVVISO 17 Marzo 2020

CONTRIBUTI STRAORDINARI DI SOSTEGNO

AVVISO PUBBLICO RIVOLTO ALLE FAMIGLIE RESIDENTI IN LIGURIA PER CONTRIBUTI STRAORDINARI DI SOSTEGNO PER L’ACCUDIME

torna all'inizio del contenuto

RIAMMISSIONE A SCUOLA - NUOVE INDICAZIONI

Ai sensi del DPCM 1.3.2020, fino al 15 marzo la riammissione a scuola di seguito ad assenze superiori ai 5 giorni, ovvero iniziate prima della sospensione dell'attività didattica, è subordinata a presentazione di certificato medico limitatamente ai casi di assenza per malattia infettiva soggetta a obbligo di segnalazione ai sensi del DM del 15.12.90

RIAMMISSIONE A SCUOLA - ULTERIORI PRECISAZIONI

Sulla base della nota ALISA prot. 5143 del 2 marzo 2020, le disposizioni inerenti la riammissione a scuola devono intendersi così integrate:

  • fino al 15 marzo la riammissione a scuola di seguito ad assenze superiori ai 5 giorni, ovvero iniziate prima della sospensione dell'attività didattica, per le quali NON sia richiesto il certificato medico è subordinata alla presentazione di autocertificazione che riporti di “Non aver contratto una malattia infettiva soggetta a notifica obbligatoria, non aver soggiornato in zone endemiche e non aver avuto contatti con casi sospetti o confermati”.

Si invita a consultare il registro elettronico per gli aggiornamenti del caso.

Si evidenzia che nell'interesse esclusivo della comunità scolastica e della sua salute

NON SARANNO IN ALCUN CASO RIAMMESSI A SCUOLA GLI STUDENTI ASSENTATISI ANCHE PER UN SOLO GIORNO PRIMA DELLA SOSPENSIONE DELL'ATTIVITA' DIDATTICA CHE SI PRESENTASSERO PRIVI DI CERTIFICATO MEDICO (per i casi previsti dalla norma) O PRIVI DI VALIDA AUTOCERTIFICAZIONE.

CIRCOLARE 324

autocertificazionecoronavirus

MASSIMA IMPORTANZA!

Ai sensi del dpcm 9 marzo 2020 la sospensione dell'attività didattica o formativa, ante e post meridiana, come pure di qualunque attività nella modalità in presenza degli Organi Collegiali, è protratta fino al giorno 3 APRILE 2020

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO

Si avvisano tutti gli utenti di GSuite non in regola con le autorizzazioni che i loro account sono sospesi

AVVISO!

Si avvisa che l'attività didattica e i servizi proseguono in modalità a distanza, restando chiuso l'edificio scolastico fino alla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19, ovvero fino a data di proroga.

SI RACCOMANDA DI PRENDERE VISIONE DELLE CIRCOLARI PUBBLICATE SUL REGISTRO ELETTRONICO.